Dopo un calo di 400 dollari in pochi minuti, Bitcoin ha recuperato il marchio di 13.000 dollari, mentre la maggior parte degli altcoin sono in rosso. Questo accade nonostante il fatto che Wall Street sia stata dipinta di rosso per tutto il lunedì.

Nonostante un breve crollo dei prezzi a 12.800 dollari, Bitcoin System ha forse indicato segni di disaccoppiamento dai mercati azionari. Ieri Wall Street si è dissanguata in modo piuttosto feroce, mentre BTC è salita di nuovo sopra i 13.000 dollari.

Bitcoin si disaccoppia dalle azioni?

Nelle ultime settimane, l’andamento dei prezzi di Bitcoin è stato simile a quello dei mercati azionari statunitensi. Ad esempio, quando è arrivata la notizia che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è risultato positivo al virus COVID-19, entrambi i gruppi di asset sono andati a picco. Poco dopo, quando Trump ha lasciato l’ospedale, BTC e il mercato azionario è salito in picchiata.

Tuttavia, la Bitcoin ha mostrato alcuni segnali annuali di disaccoppiamento la scorsa settimana. I tre più importanti indici azionari statunitensi, ovvero l’S&P 500, il Nasdaq Composite e il Dow Jones Industrial Average, hanno perso valore, mentre la BTC è andata a gonfie vele, con un nuovo record annuale di oltre 13.350 dollari.

Anche la sessione di trading di ieri è stata piuttosto negativa per Wall Street. Il crescente COVID-19 ha confermato i casi e le preoccupazioni riguardanti il nuovo stimolo statunitense ha portato a massicci cali. L’S&P 500 e il Nasdaq sono scesi di quasi il 2%, mentre il Dow ha chiuso con un calo del 2,3%.

Inizialmente, anche Bitcoin ha seguito la performance negativa. Il BTC ha superato i 13.200 dollari, ma è sceso vigorosamente al minimo giornaliero di circa 12.800 dollari. Tuttavia, la criptovaluta primaria ha recuperato la maggior parte delle sue perdite da allora e scambia a 13.100 dollari.

Il Rosso domina il mercato di Altcoin

Su una scala di 24 ore, la maggior parte degli altercoins hanno perso pezzi significativi di valore. L’Ethereum è sceso del 3% e commercia ben al di sotto dei 400 dollari. Solo pochi giorni fa, l’ETH ha toccato i 420 dollari.

L’ondulazione (-1,8%) è scesa al di sotto di 0,25 dollari. Bitcoin Cash (-3,1%), Chainlink (-4,6%), Cardano (-1,5%) e Litecoin (-2%) sono tutti in rosso tra i primi 10. Ci sono due ovvie eccezioni: Binance Coin e Polkadot. BNB è salito di oltre l’1% a 31,26 dollari, mentre DOT è salito del 9% a 4,7 dollari.

Ulteriori perdite sono evidenti da altcoins di bassa e media cilindrata. Quant è in testa con un calo del 13%. Seguono i diritti di riserva (-10,3%), HedgeTrade (-10%), CyberVein (-10%), Elrond (-9%) e Ampleforth (-8,5%). Tuttavia, anche alcune monete sono di un verde intenso. Kusama è il gainer più impressionante con un aumento del 26%, Ocean Protocol (14%), e Velas (9%) sono i prossimi.

Von admin